Log In Iscriviti
L'app all-in-one per gli studenti
4.8 • +11K recensioni
Più di 3 milioni di downloads
Free
|
|

All-in-one learning app

  • Flashcards
  • NotesNotes
  • ExplanationsExplanations
  • Study Planner
  • Textbook solutions
Start studying

Goniometria e trigonometria

Want to get better grades?

Nope, I’m not ready yet

Get free, full access to:

  • Flashcards
  • Notes
  • Explanations
  • Study Planner
  • Textbook solutions

Come si fa a calcolare quanto spazio c'è tra due oggetti se non si può misurare direttamente? È un problema in molti ambiti diversi, dal catasto all'astronomia! Popoli diversi, in luoghi e tempi diversi sulla Terra, hanno avuto un problema comune: stimare delle distanze quando non era possibile misurarle. Per risolvere questo problema, sono state sviluppate goniometria e trigonometria: con semplici ragionamenti sugli angoli e sui triangoli, si possono stimare le distanze tra due oggetti in modo molto preciso.

Goniometria e trigonometria si studiano assieme: c'è un legame molto stretto tra di loro, soprattutto attraverso i triangoli rettangoli. Alcuni argomenti fanno parte di entrambe, quello che cambia è semplicemente il punto di vista.

La goniometria è la parte della matematica che si occupa dello studio degli angoli; la trigonometria studia le relazioni tra lati e angoli all'interno di un triangolo.

Goniometria: angoli orientati

Per studiare gli angoli nella goniometria moderna si parte dalla nozione di angolo orientato. L'idea è quella che vedi nell'illustrazione: uno stesso angolo può essere considerato come orientato in due modi diversi! Nel primo caso, l'angolo parte da A e arriva a P, mentre nel secondo succede il viceversa.

Goniometria angoli orientati StudysmarterFig. 1. Angoli orientati.

Per confrontare due angoli l'ideale è sovrapporli e far coincidere uno dei lati. È quello che fa la goniometria moderna: tutti gli angoli vengono appoggiati sulla circonferenza unitaria centrata sull'origine. Un lato dell'angolo viene appoggiato sempre sull'asse \(x\). Per disegnare un angolo con una misura positiva, come 30°, si ruota in senso antiorario: un angolo che ruota in senso orario viene considerato negativo (ad esempio, -30°).

La circonferenza unitaria, su cui troverai un articolo specifico, è un mezzo fondamentale per rappresentare gli angoli e associare loro una misura. Ecco un disegno per aiutarti a capire il procedimento:

  • Un primo lato dell'angolo viene appoggiato sul segmento \(\overline{OA} \).
  • Da qui si disegna l'angolo ruotando in senso antiorario di una grandezza \(\alpha\) corrispondente alla misura dell'angolo.
  • Il secondo lato dell'angolo interseca la circonferenza in un punto \(P\): l'angolo quindi è \(\widehat{AOP}\).

Goniometria Angoli sulla circonferenza unitaria StudysmarterFig 2. Un angolo sulla circonferenza goniometrica.

L'immagine evidenzia anche un altro punto \(Q\) sull'asse \(x\) che, con \(O\) e \(P\), forma un triangolo rettangolo. Se \(P\) ha coordinate \(P =(x_P, y_P) \) allora \(Q\) ha la stessa ascissa: \(Q =(x_P, 0)\). Questo triangolo ti suggerisce un esempio pratico del collegamento tra la goniometria, che studia gli angoli, e la trigonometria, che invece si occupa dei triangoli: c'è una corrispondenza diretta tra un angolo e il triangolo rettangolo che puoi costruire sulla circonferenza unitaria!

Sul triangolo \( \triangle{OQP} \) vale il teorema di Pitagora:

\[ \overline{OQ}^2 + \overline{PQ}^2 = \overline{OP}^2 =1 \tag{*} \]

Il valore è 1 perché \(\overline{OP}\) corrisponde al raggio della circonferenza unitaria, che è 1.

Radianti

In goniometria e trigonometria si introduce una nuova unità di misura: i radianti. L'idea alla base è quella di associare un angolo con la lunghezza dell'arco di circonferenza unitaria corrispondente. Ad esempio, considera l'angolo di 180°: l'arco corrispondente è metà della lunghezza totale della circonferenza. Dato che la circonferenza è lunga \(2 \pi r\) e il raggio della circonferenza unitaria è \(r=1\), 180° corrispondono a un arco di \(\frac{2 \pi}{2} = \pi \) radianti.

I radianti generalmente si indicano senza nessun simbolo. A volte è utile specificare quando si ha una misura in radianti, e in quel caso si usa il simbolo rad (e quindi può capitarti di leggere \(\pi \, \mathrm{rad} \) ). La misura di un generico angolo \(\alpha\) in gradi si può trasformare nella misura \(x\) in radianti usando la proporzione:

\[ \pi : 180^{\circ} =x : \alpha\]

Per calcolare la misura dell'angolo di 90° in radianti puoi sostituirlo nella proporzione al posto di \(\alpha\):

\(\pi:180^{\circ} =x : 90^{\circ} \) ti permette di calcolare:

\[x= \frac{\pi \cdot 90^{\circ} }{180^{\circ} } = \frac{ \pi }{2}\]

Viceversa, per trovare a quanto corrisponde in radianti un angolo di \( \frac{\pi}{3}\), sostituisci questo valore al posto di \(x\) ottenendo \(\pi:180^{\circ} = \frac{\pi}{3}: \alpha \). Da qui trovi la misura in gradi corrispondente:

\[ \alpha = \frac{ \frac{\pi}{3} \cdot 180^{\circ} }{\pi } = \frac{180^{\circ}}{3}= 60^{\circ} \]

Goniometria e trigonometria Misure in gradi e radianti StudySmarter Fig. 3. Misure di angoli in gradi e radianti.

Seno e coseno

Le coordinate del punto \(P\) nel paragrafo precedente sono estremamente importanti per definire due grandezze che descrivono gli angoli: il seno e il coseno.

Dato un angolo \(\alpha\) rappresentato con un angolo orientato \(\widehat{AOP}\) sulla circonferenza unitaria, si definiscono seno e coseno dell'angolo \( \alpha\) corrispondente i valori dell'ordinata e dell'ascissa del punto \(P\):

\[ \sin \alpha =y_P\]

\[ \cos \alpha =x_P\]

Queste due grandezze sono importantissime per fare una lunga serie di calcoli: per alcuni angoli si possono calcolare piuttosto facilmente. Questi angoli si trovano spesso indicati come angoli noti o angoli notevoli.

Angolo in gradiAngolo in radiantiSenoCoseno

\( 0^{\circ} \)

\(0\)

\( 0 \)

\( 1 \)

\( 30^{\circ} \)

\( \frac{\pi}{6} \)

\( \frac{1}{2} \)

\( \frac{\sqrt{3}}{2} \)

\( 45^{\circ} \)

\(\frac{\pi}{4} \)

\( \frac{\sqrt{2}}{2} \)

\( \frac{\sqrt{2}}{2} \)

\( 60^{\circ} \)

\(\frac{\pi}{3} \)

\( \frac{\sqrt{3}}{2} \)

\( \frac{1}{2} \)

\( 90^{\circ} \)

\( \frac{\pi}{2} \)

\( 1 \)

\( 0 \)

\( 180^{\circ} \)

\( \pi \)

\( 0 \)

\( -1 \)

\( 360^{\circ} \)

\( 2 \pi \)

\( 0 \)

\( 1 \)

Tabella 1. Angoli noti.

Per calcolare altri angoli ci si basa sugli angoli associati: angoli che si collegano ad altri, con seno e coseno noti, grazie a considerazioni geometriche.

Tangente, cotangente ed altre funzioni

Seno e coseno consentono di definire e calcolare altre funzioni trigonometriche:

  • la tangente si definisce come il rapporto tra il seno e il coseno: \( \tan \alpha = \frac{ \sin \alpha}{\cos \alpha }\)
  • la cotangente si definisce come il rapporto tra coseno e seno, è quindi l'inversa della tangente: \( \cot \alpha = \frac{ \cos \alpha}{\sin \alpha }\)
  • la secante è l'inversa del coseno: \( \sec \alpha = \frac{1}{\cos \alpha }\)
  • la cosecante è l'inversa del seno: \( \csc \alpha = \frac{1}{\sin \alpha }\)

Quella più usata in pratica è sicuramente la tangente: la ritrovi anche studiando l'equazione della retta sul piano cartesiano! Si dice spesso che il coefficiente angolare di una retta misura l'inclinazione rispetto all'asse delle ascisse: ma come? La risposta è: il coefficiente angolare \(m\) è la tangente dell'angolo tra l'asse \(x\) e la retta!

Relazione fondamentale della goniometria

Puoi notare che, a questo punto, la versione del teorema di Pitagora vista in \((*)\) nel paragrafo precedente si può scrivere in termini di seni e coseni: dato che \(\overline{OQ}=\cos \alpha\), \(\overline{PQ}=\sin \alpha\), si ha

\[ \sin^2 \alpha + \cos^2 \alpha =1 \]

Questa versione del teorema di Pitagora è importantissima, tant'è che viene chiamata relazione fondamentale della goniometria. Mostra, ancora una volta, il legame molto stretto tra angoli e triangoli.

Ricordare questa relazione ti aiuterà in molti esercizi: dalle equazioni e disequazioni goniometriche al calcolo di particolari valori di seno e coseno.

Trigonometria e triangoli

Hai già visto che nella goniometria è molto facile ottenere dei triangoli una volta fissato un angolo. Storicamente, però, è successo il contrario: a partire da problemi pratici sui triangoli, la matematica è arrivata a studiare i singoli angoli e le funzioni associate. Ogni figura piana si può disegnare come fosse composta da tanti triangoli: calcolare lati e angoli dei triangoli consente di fare calcoli su qualsiasi figura.

La trigonometria ti servirà nello studio della fisica, ad esempio per scomporre i vettori. Non serve solo a questo, naturalmente: ha applicazioni pratiche in qualunque disciplina in cui serva misurare delle distanze, in particolare in topografia e in geodesia. Se vuoi fare una mappa di una città o di un territorio, la trigonometria è indispensabile! Oggi i calcoli sono svolti da strumenti automatici, ma qualcuno deve pur inserire le formule da usare nei programmi di calcolo, no?

Triangoli rettangoli

Come hai già visto nei paragrafi precedenti, i triangoli rettangoli hanno un ruolo speciale nella trigonometria: consentono di definire e calcolare seni e coseni. D'altra parte, anche le relazioni tra cateti e ipotenusa in un triangolo possono essere espressi tramite seni e coseni. Considera un triangolo rettangolo in cui un angolo misura \(\theta\), il cateto adiacente all'angolo è \(b\), il cateto opposto è \(a\) e l'ipotenusa è \(c\).

Goniometria e trigonometria Triangolo rettangolo StudySmarterFig. 4. Triangolo rettangolo.

Valgono le seguenti relazioni:

  • \( a = c \sin \theta \)
  • \( b = c \cos \theta \)
  • \( \frac{a}{b} = \tan \theta \)

Triangoli qualunque

Il problema generale della trigonometria è risolvere un triangolo: ovvero trovarne lati e angoli non noti. Per fare questo si possono sfruttare diversi risultati importanti: forse i due più noti sono il teorema dei seni e il teorema del coseno. Entrambi questi teoremi sono ambientati in un triangolo qualunque, che ha lati \(a, b, c\) e angoli \(\alpha, \beta, \gamma\). Una precisazione: \(\alpha\) è sempre l'angolo opposto al lato \(a\), \(\beta\) è opposto al lato \(b\) e \(\gamma\) al lato \(c\). È molto importante mantenere questo ordine, altrimenti i teoremi non valgono!

Goniometria e trigonometria Lati e angoli di un triangolo qualunque StudysmarterFigura 5. Triangolo qualunque.

Teorema dei seni (o di Eulero)

\[ \frac{a}{\sin \alpha} = \frac{b}{\sin \beta} = \frac{c}{ \sin \gamma } \phantom{ caratteri invisibili tanto per spostare la formula a sinistra sotto il titolo} \]

Questo teorema mostra un'uguaglianza di tre rapporti: scritta così è comoda per l'enunciato di un teorema, ma non in pratica! Per gli esercizi conviene considerare solo due di queste quantità: vedrai quali confrontare di volta in volta, in base ai dati che hai.

Teorema del coseno (o di Carnot)

\[ a^2 = b^2 + c^2 - 2bc \cos \alpha \phantom{ b^2 = a^2 + c^2 - 2ac \cos \beta c^2 = a^2 + b^2 - 2ab \cos \gamma caratteri invisibili}\]

Anche il teorema del coseno ha altre due versioni, in cui compaiono i coseni degli altri due angoli. Per ora basta questa!

Sia il teorema dei seni che quello del coseno hanno applicazioni dirette nella risoluzione dei triangoli: devi capire quale usare a seconda dei dati e delle incognite.

Considera un triangolo in cui \(b = \sqrt{2}, c = 1, \gamma = 30^{\circ}\).

Puoi trovare l'angolo \(\beta\) grazie al teorema dei seni:

\[ \sin \beta = \sin \gamma \cdot \frac{b}{c} = \frac{1}{2}\cdot \frac{\sqrt{2}}{1} = \frac{\sqrt{2}}{2} \]

da cui ricavi che \( \beta = 45^{\circ}\).

Considera un triangolo di lati \(a = 25, b= 20, c=15\). Puoi trovare un angolo, ad esempio \( \alpha \), tramite il teorema del coseno: da \( a^2 = b^2 + c^2 - 2bc \cos \alpha \) ricavi che

\[\cos \alpha =\frac{ b^2+c^2 -a^2}{2bc} = \frac{20^2+15^2-25^2}{2\cdot15\cdot20} = 0\]

Dato che è venuto zero, significa che l'angolo è \(\alpha = 90^{\circ} \): un triangolo rettangolo!

Goniometria e trigonometria: formule

Calcolare seni e coseni non è affatto facile. Gli angoli noti, su cui si possono fare ragionamenti geometrici, sono pochi: una possibile idea per sfruttare questi pochi dati è di combinarli in tutti i modi possibili. Ad esempio potresti chiederti come ricavare il seno di un angolo che è la somma, o la differenza, di due angoli noti. Per risolvere questi problemi puoi usare le formule di addizione, di sottrazione, di duplicazione e di bisezione che trovi nella tabella seguente.

NomeSenoCoseno
Formule di addizione\( \sin (\alpha + \beta ) = \sin \alpha \cos \beta + \cos \alpha \sin \beta \)\( \cos (\alpha + \beta ) = \cos \alpha \cos \beta - \sin \alpha \sin \beta \)
Formule di sottrazione\( \sin (\alpha - \beta ) = \sin \alpha \cos \beta - \cos \alpha \sin \beta \)\( \cos (\alpha - \beta ) = \cos \alpha \cos \beta + \sin \alpha \sin \beta \)
Formule di duplicazione\( \sin (2 \alpha ) = 2\sin \alpha \cos \alpha \)\(\cos (2 \alpha ) = \cos^2( \alpha ) - \sin^2 (\alpha)\)
Formule di bisezione\[ \sin (\frac{\alpha}{2} ) = \pm \frac{\sqrt{1- \cos \left(\frac{\alpha}{2}\right)}}{2} \]\[ \cos (\frac{\alpha}{2} ) = \pm \frac{\sqrt{1+ \cos \left(\frac{\alpha}{2}\right)}}{2} \]
Formule parametriche\[ \sin \alpha = \frac{ 2 \tan \left( \frac{\alpha}{2} \right)}{ 1 + \tan^2 \left( \frac{\alpha}{2} \right)} \]\[ \cos \alpha = \frac{ 1 - \tan^2 \left( \frac{\alpha}{2} \right)}{ 1 + \tan^2 \left( \frac{\alpha}{2} \right)} \]

Tabella 2. Formule goniometriche.

Puoi sfruttare le formule di addizione per calcolare \( \sin 75^{\circ} \) come \( \sin (30^{\circ}+45^{\circ})\):

\[\begin{align} \sin (30^{\circ}+45^{\circ} ) & = \sin 30^{\circ} \cos 45^{\circ} + \sin 45^{\circ} \cos 30^{\circ} \\&= \frac{1}{2}\cdot \frac{\sqrt{2}}{2} + \frac{\sqrt{2}}{2}\cdot \frac{\sqrt{3}}{2} \\&= \frac{\sqrt{2}+ \sqrt{6} }{4} \end{align}\]

Goniometria e trigonometria - Key takeaways

  • La goniometria studia gli angoli, la trigonometria i triangoli: cambia il punto di vista ma le discipline sono strettamente legate tra loro.
  • Nella goniometria moderna si studiano gli angoli orientati sulla circonferenza goniometrica, nel piano cartesiano. In questo modo si possono dare coordinate a un punto che rappresenta l'angolo.
  • Gli angoli si possono anche misurare in radianti: questa unità corrisponde alla lunghezza dell'arco di circonferenza unitaria corrispondente all'angolo.
  • Seno e coseno si possono definire come coordinate cartesiane di un punto sulla circonferenza unitaria: il seno corrisponde alla coordinata \(y\) mentre il coseno alla coordinata \(x\). Da queste funzioni se ne definiscono altre, tra cui la tangente.
  • Dal teorema di Pitagora deriva la relazione fondamentale della goniometria: \(\sin^2 \alpha + \cos^2 \alpha =1\) per qualunque angolo \(\alpha\).
  • Nella trigonometria si applicano le funzioni goniometriche per risolvere i triangoli, ovvero per trovare lati e angoli non noti.
  • In un triangolo rettangolo in cui \(c\) è l'ipotenusa, \(\theta\) uno degli angoli, \(b\) il cateto adiacente a \(\theta\) e \(a\) quello opposto, si ha che:
    • \( a = c \sin \theta \)
    • \( b = c \cos \theta \)
    • \( \frac{a}{b} = \tan \theta \)
  • I risultati più importanti per risolvere triangoli qualunque sono teorema dei seni e teorema del coseno.

Domande frequenti riguardo Goniometria e trigonometria

La goniometria si concentra sugli angoli, mentre la trigonometria studia i triangoli. Quindi se cerco di calcolare il seno di un angolo sto facendo goniometria; se applico il Teorema dei seni per calcolare il lato di un triangolo sto facendo trigonometria. Nella pratica le due discipline sono molto legate ed è difficile stabilire un confine preciso.

La goniometria è la disciplina che studia gli angoli e le grandezze ad essi associate, come ad esempio seno, coseno e tangente.

La trigonometria nasce per calcolare distanze quando non è possibile farlo in pratica. Conoscendo la distanza tra due punti, puoi misurare gli angoli che questi formano con un terzo punto, e calcolare le distanze mancanti. Ad esempio, se conosci la distanza tra casa tua e casa di tua zia Matilde, puoi misurare gli angoli che questi punti formano con la cima della montagna vicina: ora la trigonometria ti consente di calcolare quanto è lontana la montagna in linea d'aria.

Ricorda la definizione: fissato un punto che rappresenta un angolo sulla circonferenza goniometrica, il coseno è la sua coordinata \(x\) e il seno la sua coordinata \(y\). Puoi calcolarli direttamente, in base alla definizione, per alcuni angoli semplici, come 30°, 45°, 60°, 90°, 180°. A partire da questi si possono calcolare per molti altri angoli grazie ai concetti di angolo associato e alle formule goniometriche. In generale, fissato un qualunque angolo, ci sono ulteriori formule approssimate per calcolarli: dato che i conti sono piuttosto lunghi e complessi, oggi ci si affida alle calcolatrici scientifiche!

Quiz Finale Goniometria e trigonometria

Domanda

Qual è la differenza tra goniometria e trigonometria?

Visualizza la risposta

Risposta

La goniometria si concentra sugli angoli, mentre la trigonometria studia i triangoli.

Visualizza la domanda

Domanda

Fissato un punto P sulla circonferenza unitaria in corrispondenza di un angolo \(\alpha\), a cosa corrispondono le sue coordinate?

Visualizza la risposta

Risposta

\(x_P = \cos \alpha, \; y_P = \sin \alpha\)

Visualizza la domanda

Domanda

Come si definisce la tangente di un angolo?

Visualizza la risposta

Risposta

\(\tan \alpha = \frac{\sin \alpha}{\cos \alpha}\)

Visualizza la domanda

Domanda

Come si definisce la secante di un angolo?

Visualizza la risposta

Risposta

\(\sec \alpha = \frac{1}{\cos \alpha}\)

Visualizza la domanda

Domanda

Come si definisce la cosecante di un angolo?

Visualizza la risposta

Risposta

\(\csc \alpha = \frac{1}{\sin \alpha}\)

Visualizza la domanda

Domanda

Come si definisce la cotangente di un angolo \(\alpha\)?

Visualizza la risposta

Risposta

\(\cot \alpha = \frac{\cos \alpha}{\sin \alpha}\)

Visualizza la domanda

Domanda

Seleziona la relazione fondamentale della goniometria.

Visualizza la risposta

Risposta

\(\sin^2 \alpha + \cos^2 \alpha =1\)

Visualizza la domanda

Domanda

Quali sono i valori di seno e coseno per un angolo di 30°?

Visualizza la risposta

Risposta

\[ \sin 30° = \frac{1}{2}, \; \cos 30° = \frac{\sqrt{3}}{2}\]

Visualizza la domanda

Domanda

Quali sono i valori di seno e coseno per un angolo di 60°?

Visualizza la risposta

Risposta

\[ \sin 60° = \frac{\sqrt{3}}{2}, \; \cos 60° =\frac{1}{2}\]

Visualizza la domanda

Domanda

Quali sono i valori di seno e coseno per un angolo di 45°?

Visualizza la risposta

Risposta

\[ \sin 45° = \frac{\sqrt{2}}{2}, \; \cos 45° = \frac{\sqrt{2}}{2} \]

Visualizza la domanda

Domanda

Come trovare l'ipotenusa \(a\) di un triangolo rettangolo, dati un cateto \(b\) e l'angolo adiacente \(\gamma\)?

Visualizza la risposta

Risposta

\[ a = \frac{b}{\cos \gamma}\]

Visualizza la domanda

Domanda

Dato un cateto \(b\) di un triangolo rettangolo e l'angolo opposto \(\beta\), come puoi trovare l'ipotenusa \(a\)?

Visualizza la risposta

Risposta

\[a = \frac{b}{\sin \beta}\]

Visualizza la domanda

Domanda

Calcola l'area di un triangolo rettangolo in cui un cateto misura \(\sqrt{3}\) e l'angolo adiacente a esso è di 30°.

Visualizza la risposta

Risposta

Puoi trovare l'altro cateto con la formula:
\[c= \sqrt{3} \cdot \tan 30° = \sqrt{3}\cdot \frac{\sqrt{3}}{3} = 1\]
A questo punto l'area si trova facendo il prodotto tra i cateti e dividendo per due:
\[A_{\triangle} = \frac{1 \cdot \sqrt{3}}{2} = \frac{ \sqrt{3}}{2}\]

Visualizza la domanda

Domanda

Perché in trigonometria si considerano solo angoli compresi tra 0° e 180°?

Visualizza la risposta

Risposta

Perché gli angoli in trigonometria sono sempre angoli interni di un triangolo. Nessun triangolo può avere angoli di 180° o oltre, e nemmeno angoli negativi o nulli!

Visualizza la domanda

Domanda

Calcola l'area di un triangolo sapendo che un lato misura 10 cm, il secondo misura 14 cm e l'angolo compreso misura 30°.

Visualizza la risposta

Risposta

L'area si trova con la formula

\[A_{\triangle} = \frac{10 \, cm \cdot 14 \, cm \cdot  \sin 30° }{2} = 5 \, cm \cdot 14 \, cm \cdot \frac{1 }{2} = 5 \, cm \cdot 7 \, cm = 35 \, cm^2\]

Visualizza la domanda

Domanda

Come puoi capire se un triangolo è ottusangolo dal valore del coseno dei suoi angoli?

Visualizza la risposta

Risposta

Un angolo ottuso ha il coseno negativo. Quindi, se il coseno di uno dei tre angoli è negativo, il triangolo è ottusangolo.

Visualizza la domanda

Domanda

In un triangolo qualunque sono noti due angoli di 45° e 75°. Quali altri dati puoi calcolare?

Visualizza la risposta

Risposta

Si può calcolare solo l'angolo mancante: \(180°-45°-75°=60°\). Non è possibile calcolare nessun lato.

Visualizza la domanda

Domanda

Cosa significa "risolvere un triangolo"?

Visualizza la risposta

Risposta

Significa calcolarne i lati e gli angoli mancanti.

Visualizza la domanda

Domanda

Risolvi il triangolo rettangolo che ha un cateto di 30 cm e l'angolo opposto di 45°.

Visualizza la risposta

Risposta

Comincia calcolando l'angolo mancante: misura 90°-45° =45°. Questo vuol dire che il triangolo è anche isoscele! I due cateti sono uguali. L'ipotenusa si può calcolare dividendo un cateto per il seno dell'angolo adiacente:

\[\frac{30 \, cm }{\frac{\sqrt{2}}{2}} = 30 \sqrt{2} \, cm\]

Visualizza la domanda

Domanda

È possibile risolvere un triangolo conoscendo solo un lato e un angolo?

Visualizza la risposta

Risposta

Solo se il triangolo è rettangolo.

Visualizza la domanda

Domanda

È possibile risolvere un triangolo rettangolo conoscendo l'ipotenusa e l'angolo retto?

Visualizza la risposta

Risposta

No: è necessario conoscere l'ipotenusa e un angolo acuto. Sentendo che il triangolo è rettangolo, sai già che un angolo è retto!

Visualizza la domanda

Domanda

Calcola l'area del triangolo che ha lati 4 m e 8 m e angolo compreso 50°.

Visualizza la risposta

Risposta

Uso la formula 

\[A_{triangle} = \frac{4 \, m \cdot 8\, m  \cdot \sin 50°}{2} = 16 \, m^2 \cdot 0,766 \ldots \approx 12,26 \, m^2 \]

Visualizza la domanda

SCOPRI DI PIÙ RIGUARDO Goniometria e trigonometria
60%

degli utenti non supera il quiz di Goniometria e trigonometria! Tu lo passeresti?

INIZIA IL QUIZ

Discover the right content for your subjects

Iscriviti per sottolineare e prendere appunti. É tutto gratis.