Log In Iscriviti
StudySmarter - The all-in-one study app.
4.8 • +11k Ratings
More than 3 Million Downloads
Free
|
|

All-in-one learning app

  • Flashcards
  • NotesNotes
  • ExplanationsExplanations
  • Study Planner
  • Textbook solutions
Start studying

Accuratezza

Save Salva
Print Stampa
Edit Modifica
Iscriviti gratis per sbloccare tutte le funzioni. Iscriviti ora

Esistono alcune limitazioni fisiche nelle misurazioni legate allo strumento utilizzato o alle variazioni della grandezza misurata. La variazione del valore della grandezza misurata, che può essere piccola o grande, è chiamata "incertezza".

Limitazioni dovute all’accuratezza degli strumenti di misura

Alcune limitazioni nelle misurazioni sono dovute agli strumenti di misura. Le limitazioni dello strumento possono produrre risultati diversi dai valori reali. Le sorgenti di questi errori sono due: l'accuratezza strumentale e il funzionamento strumentale. Vediamo due esempi:

Accuratezza strumentale: la variazione della proprietà che si vuole misurare è inferiore alla scala dello strumento. Un esempio è quello di misurare la lunghezza di un oggetto la cui lunghezza totale è di 19,5 mm, ma il righello ha solo tacche centimetrate. In questo caso, la misura sarà solo approssimativa, cioè si potrebbe ottenere una lettura di 20 cm oppure di 19 cm, che è una stretta approssimazione ma non il valore reale.

Funzionamento strumentale: lo strumento ha un difetto o è diventato impreciso nel tempo. Un esempio è l'utilizzo di un termometro digitale che differisce dalla temperatura reale di 2 gradi Celsius, per cui tutte le letture della temperatura saranno sbagliate di quei 2 gradi.

Limiti all'accuratezza delle misure. Righello. StudySmarterLa scala dello strumento può influire sull’accuratezza delle misure.

Perché i dati producono ‘errori’?

Ogni volta che effettuiamo una misura o leggiamo dei dati, possiamo introdurre degli errori. La fonte dell'errore può essere lo strumento, l'utente o il sistema. Gli errori si dividono in due categorie principali: errori sistematici ed errori casuali.

Errori sistematici

Gli errori sistematici hanno origine negli strumenti o nel sistema e non si verificano accidentalmente. Gli errori sistematici compaiono costantemente in ogni misurazione che effettuiamo. Questi errori derivano dall'uso sbagliato di uno strumento, da una deviazione all'interno dello strumento o dal sistema che analizza i dati. Gli errori sistematici sono quindi sempre presenti nell’analisi dei dati.

Esistono diverse fonti di errori sistematici:

  1. Strumenti: lo strumento di misura aggiunge, sottrae o modifica i dati misurati durante ogni misurazione. Pertanto, i dati misurati dallo strumento presentano una deviazione costante.

  2. Osservazioni: questo tipo di errore ha origine nell'utente. È una discrepanza tra il valore misurato e il modo in cui l'individuo legge quel valore. Un esempio è quello di chi misura la lunghezza con un righello e commette un errore di parallasse. In questo caso, la misura della lunghezza di un oggetto differisce dalla sua lunghezza reale perché lo sperimentatore guarda i segni sul righello con un certo angolo.

Errori casuali

Gli errori casuali sono il prodotto del caso e si presentano quando i dati si discostano dai valori misurati. Possono avere due origini:

  1. Sistemi: un errore può essere prodotto da un difetto del sistema di misura, come il malfunzionamento improvviso di un sensore. Non si tratta di un errore sistematico, ma di un evento isolato, poiché il malfunzionamento non è costante.

  2. Osservazioni: a differenza dell'errore di parallasse, questi errori sono semplici errori, come una lettura sbagliata.

Accuratezza e precisione

La precisione e l'accuratezza sono due concetti legati alle misure, sebbene siano distinti e spesso confusi. Determinano la qualità dei valori misurati.

Accuratezza

Accuratezza significa che lo strumento fornisce un valore identico o molto vicino a quello reale. Una bilancia altamente precisa che misura il peso di un oggetto di 4,3 kg produrrà sempre valori molto vicini a 4,3 kg, con variazioni minime.

Precisione

La precisione indica la ripetibilità del valore misurato. Se il nostro strumento di misura è preciso, ogni misura effettuata sarà simile a tutte le altre. Quindi, misurando il peso di un oggetto il cui valore è 4,3 kg, otterremo sempre un valore molto vicino a 4,3 kg.

La precisione non significa che le misure siano corrette. Uno strumento può essere preciso ma deviare costantemente dal valore reale. Nel nostro esempio di un oggetto che pesa 4,3 kg, una bilancia potrebbe produrre costantemente valori vicini a 4,0 kg.

Per ottenere misure di alta qualità, quindi, abbiamo bisogno di strumenti con un'elevata accuratezza e precisione.

Limiti all'accuratezza delle misure. Bersaglio che mostra accuratezza e precisione. StudySmarter

L’oggetto in questa immagine ha un diametro di 4,5 cm.

  • Più ci avviciniamo al cerchio bianco al centro, più la misurazione è accurata.

  • Le misure in viola sono precise ma non accurate.

  • Le misure in blu scuro non sono né precise né accurate.

  • Le misure in blu chiaro sono precise e accurate.

Limiti all'accuratezza delle misure - Key takeaways

  • Quando si effettuano delle misurazioni, ci saranno sempre delle limitazioni. Queste limitazioni portano a differenze tra i valori misurati e quelli reali.

  • Le limitazioni nelle misurazioni sono il prodotto degli strumenti o dell'utente.

  • Le limitazioni nelle misurazioni producono errori nei valori misurati.

  • Qualsiasi deviazione dei valori misurati rispetto a quelli reali prodotta da errori o limitazioni di misura è un tipo di "incertezza".

  • Gli errori possono essere sistematici o casuali. Gli errori sistematici si ripetono allo stesso modo in ogni misurazione che viene fatta, mentre gli errori casuali no..

  • La precisione e l'accuratezza descrivono la qualità delle misure. L'accuratezza è la proprietà di misurare un valore vicino a quello reale, mentre la precisione è la proprietà di ripetere costantemente lo stesso valore.

Domande frequenti riguardo Accuratezza

Accuratezza significa che lo strumento fornisce un valore identico o molto vicino a quello reale. Una bilancia altamente precisa che misura il peso di un oggetto di 4,3 kg produrrà sempre valori molto vicini a 4,3 kg, con variazioni minime.

L'accuratezza è la proprietà di misurare un valore vicino a quello reale, mentre la precisione è la proprietà di ripetere costantemente lo stesso valore.

Una misura è precisa e accurata quando misura sempre un risultato molto vicino a quello reale.

Quiz Finale Accuratezza

Qual è la differenza tra errori sistematici ed errori casuali?

Uno è il prodotto della casualità, l'altro è sempre presente nel sistema.

Quali solo le due sorgenti di limiti che si incontrano nelle misure?

Gli strumenti e le variazioni nella quantità misurata.

Cos'è un errore sistematico?

Un errore consistente e ricorrente nella misurazione.

Cos'è un errore casuale?

Un errore che varia ad ogni misuraizone.

Un errore casuale può essere introdotto da uno strumento?

Sì.

Un errore sistematico può essere introdotto da uno strumento?

Sì.

Cos'è la precisione?

La capacità di riprodurre sempre una stessa misura.

Cos'è l'accuratezza?

La capacità di produrre una misura vicina al valore vero.

Un sensore ha un improvviso malfunzionamento e produce una misurazione errata.
Di che tipo di errore si tratta?

Di un errore casuale.

Qual è la differenza tra accuratezza e precisione?

L'accuratezza è la proprietà di misurare un valore vicino a quello reale, mentre la precisione è la proprietà di ripetere costantemente lo stesso valore.

Quando una misura è precisa e accurata?

Una misura è precisa e accurata quando misura sempre un risultato molto vicino a quello reale.

SCOPRI DI PIÙ RIGUARDO Accuratezza
60%

degli utenti non supera il quiz di Accuratezza! Tu lo passeresti?

INIZIA IL QUIZ

Scopri i migliori contenuti per le tue materie

Iscriviti per sottolineare e prendere appunti. É tutto gratis.